E’ uscito l’album di Amedeo Miconi, pubblicato da Videoradio,dal titolo Rockvirus. Vanta importanti collaborazioni nazionali ed internazionali e noi di Storie di Musica lo abbiamo intervistato per conoscerlo meglio e per scoprire il vero significato di questo ultimo progetto.

  • Chi è Amedeo Miconi?

Sono nato a Roma e mi sono avvicinato alla musica molto presto grazie ai bellissimi dischi di mia sorella, più grande di me di qualche anno. A quattordici anni ho cominciato a suonare la chitarra e, poco tempo dopo, ho iniziato a suonare con diverse band. Successivamente, ho collaborato con diversi artisti, ho composto musiche per sonorizzazioni e colonne sonore per la Rai e per altre emittenti televisive straniere, oltre a lavorare a progetti personali di musica strumentale e di canzoni.

  • Hai molte collaborazioni nazionali ed internazionali quali hanno influenzato il tuo modo di suonare?

Ogni collaborazione lascia qualcosa di importante ed è sempre bello poter condividere emozioni ed esperienze. Credo davvero di essere stato influenzato da tutto, dai musicisti con più esperienza, dai quali ho imparato l’importanza di cosa e quanto suonare a seconda dei generi musicali, dai colleghi chitarristi e dai fiati, che danno un ottimo esempio con il respiro delle loro frasi. Un’esperienza che ha influenzato molto il mio modo di suonare è stato poter ospitare nel mio disco Rockvirus, artisti del calibro di Jennifer Batten, (Michael Jackson, Jeff Beck, ecc…), Mel Collins, (King Crimson, Dire Straits, Alan Parsons Project, ecc…), John Giblin, (Simple Minds, Peter Gabriel, Phil Collins, ecc…)
Il loro approccio alla musica ed i loro input creativi sono stati molto importanti per il mio album, in fase di lavorazione.

  • Come nasce il progetto Rockvirus?

Le prime tracce, compresa la title track che è stata la prima in assoluto, sono nate un paio di anni fa. Ho realizzato alcune demo, senza avere ancora l’idea precisa di farne un disco. Giunto al numero di circa 6 brani, ho proposto il progetto a Beppe Aleo di Videoradio, che ringrazio per avermi dato questa opportunità, dopodiché l’obbiettivo è stato messo a fuoco. Ho lavorato ad altri pezzi che hanno risentito degli avvenimenti di quel periodo, in particolare quello della scomparsa di mio padre.
A lui ho dedicato il brano “Tears”, così come idealmente tutto l’album. Ho coinvolto alcuni grandi musicisti italiani, oltre ai già citati special guests, quali Salvatore Scorrano, (Steve Phillips, Dire straits, Loretta Goggi, ecc), Gigi Zito, (Nada, Gianni Bella, ecc…) e Salvatore Leggieri, (Renato Carosone, Lucio Dalla, Max Giusti, ecc…), alle batterie, Mario Guarini, (Claudio Baglioni, Samuele Bersani, Gino Paoli, ecc…) al basso, Primiano Di Biase, (Dire Straits, Neri Marcoré, Richard Bennet, ecc…) alle tastiere, al piano alle riprese del suono, Stefano Maggio (Popstars, Jennifer, Kirchheim, ecc…) alle tastiere e al programming. Il mastering è stato effettuato al Terminal 2 di Roma da Gianluca Vaccaro ed il progetto grafico è opera di Stefano Castiglionesi. Colgo l’occasione per ringraziarli tutti di cuore!

  • Quali sono i tuoi prossimi impegni?

Sto pensando di portare Rockvirus dal vivo con la band e appena possibile scrivere del materiale
nuovo. Per il momento sono impegnato nella promozione del cd appena uscito e a tal proposito vorrei ringraziare lo strepitoso lavoro di Lucilla Corioni di LC Comunicazione.

  • Due sogni nel cassetto..

Ne ho alcuni da talmente tanti anni che non trovo più la chiave!! (Ahaha!!)
Spero che più persone possibili possano conoscere ed apprezzare Rockvirus. Un altro sogno che mi
fa svegliare sudato tutte le volte, da circa trent’anni, è quello di suonare con Vasco Rossi.
Rimanendo con i piedi per terra, un giorno mi piacerebbe avere la possibilità di dare un seguito a
RockVirus, un lavoro che mi ha impegnato molto ma che mi ha dato anche grande soddisfazione…Vorrei provare sempre quella sensazione.

  • Cosa fai nel tuo tempo libero?

Sono un grande appassionato di cinema e di teatro, anche se, per motivi di lavoro, non riesco ad andarci così spesso.
Ovviamente mi piace molto ascoltare musica, cercando nuovi input anche nei momenti di relax.

ACQUISTA ROCKVIRUS

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...